fbpx

Allenamento a Corpo Libero: Vantaggi e Falsi Miti

allenamento a corpo libero 5

L’allenamento a corpo libero è una tra le più antiche vie del fitness nella storia dell’uomo, e nonostante sia ricca di vantaggi e negli ultimi anni sempre più gente si sia avvicinata c’è ancora qualche falsa diceria che aleggia attorno al suo nome.

Allenamento a Corpo Libero

L’allenamento a corpo libero, o BODYWEIGHT più modernamente chiamato, affonda le sue radici secoli addietro nella storia umana quando a servirsi di questo tipo di ginnastica erano addirittura gli eserciti spartani e romani data la sua efficacia nello sviluppo atletico degli individui. Eserciti a parte però, questa metodologia è altresì utilizzata da atleti e persone di tutto il mondo per l’enorme serie di benefici che è in grado di apportare al nostro organismo ed al miglioramento dei gesti tecnici. Ciò nonostante a riguardo circola ancora qualche falso mito che merita di essere sfatato.

Vediamone qualcuno:

L’allenamento a corpo libero senza pesi limita lo sviluppo muscolare!”

Allenamento a Corpo Libero

Una delle più classiche opinioni che circolano sull’argomento è appunto quella secondo cui il mancato utilizzo di pesi ed attrezzature vadano a limitare se non addirittura ad impedire lo sviluppo della massa magra, ovvero del muscolo. Beh, che dire, niente di più sbagliato! Partiamo dal presupposto che il vostro corpo “non sa” distinguere che voi stiate eseguendo un esercizio servendovi di 10 o 20 kg di manubri o che magari stiate spostando lo stesso quantitativo in termini di peso corporeo.

Il lavoro muscolare che andate a compiere utilizzando dei pesi non cambia dal suo equivalente a corpo libero. Cambia il mezzo ed il metodo, ma non cambia il punto di arrivo. In sostanza è più che possibile ottenere gli stessi risultati in termini di sviluppo della massa o del tono muscolare sia che si pratichi l’allenamento con pesi sia che lo si pratichi in loro assenza.

L’allenamento a corpo libero è poco vario e limitato a poche soluzioni!”

Allenamento a Corpo Libero: Vantaggi e Falsi Miti

Facciamo qui una piccola ma doverosa premessa. Siamo stati sempre in generale influenzati ed abituati a credere che i termini “quantità” o “varietà” siano in qualche modo strettamente ricollegabili “all’efficacia” dell’allenamento. Più varianti e tipologie di esercizi inseriamo nelle nostre routine e nei nostri programmi e più questi saranno efficaci e ci daranno i risultati richiesti. Non è esattamente così che stanno le cose, basti pensare che sarebbero utili anche solo pochi esercizi ripetuti e assimilati nel tempo per ottenere un fisico in forma e performante.

Quindi cogliamo la palla al balzo per sfatare un altro mito, secondo il quale dopo 3 o 4 settimane di allenamento un programma vada necessariamente cambiato inserendo esercizi e varianti sempre nuove e fantasiose. Ma tornando a noi, se pur così fosse non starebbe comunque in piedi l’obbiezione della scarsa varietà di soluzioni che offre il corpo libero.

Esistono un infinita varietà di movimenti e soluzioni, dalle più semplici alle più complesse, che possono essere adottate e sperimentate. Basti pensare ad un semplice squat che può essere eseguito in maniera classica, facilitata con appoggio delle mani ad un sostegno, o avanzata eseguendolo su una sola gamba.

L’allenamento a corpo libero è pericoloso!”

Se pur più rara, questa è un altra diceria che merita di essere smontata. In realtà è in parte vera, ma andrebbe un attimino reinterpretata e generalizzata semplicemente perchè, non è il corpo libero ad essere pericoloso in sè, bensì l’approccio scorretto verso determinati esercizi o l’ingenuità nel volersi cimentare in movimenti magari non ancora alla portata, e potremmo anche collegarci di conseguenza alla scarsa competenza del professionista preposto alla supervisione del soggetto in questione.

Ogni disciplina o forma di allenamento può risultare dannosa o pericolosa se non affrontata in maniera corretta. Anche eseguire un esercizio in palestra servendosi di un macchinario può diventare pericoloso se eseguito male o se si esagera troppo col peso. Quindi non esiste qualcosa di più pericoloso rispetto ad altro, possono essere tutte pericolose se approcciate male o tutte sicure se approcciate nella maniera corretta e con la giusta programmazione.

Sarebbe anzi doveroso spezzare una lancia in favore dell’allenamento a corpo libero proprio dal punto di vista della prevenzione e della salute dell’individuo. Componendosi infatti di tutta una serie di movimenti che “copiano” i gesti che quotidianamante andiamo a svolgere (alzarsi e sedersi su di una sedia, afferrare, tirare,spingere,rimanere in equilibrio ect..) diventa estremamente utile e funzionale nel miglioramento della nostra routine e dei gesti che la compongono. Per questo chiamato anche allenamento funzionale, ovvero funzionale per l’appunto alla vita di tutti i giorni.

Ma non è tutto! Infatti…

Favorisce un elevato consumo calorico

Nei movimenti che si eseguono a corpo libero, non vi è il lavoro di un gruppo ristretto di muscoli come capita per gli esercizi con i macchinari, bensì spesso quasi tutta la muscolatura del corpo lavora in sinergia per compiere il gesto richiesto. Basti pensare ai famosi pushups (o “flessioni”) che richiedono l’intervento non solo dei pettorali ma di tutta la muscolatura del corpo per mantenere la posizione ed eseguire il gesto correttamente. Questo ampio coinvolgimento muscolare favorisce quindi un aumento del dispendio calorico e della capacità di bruciare grassi.

Migliora l’equilibrio

Allenamento a Corpo Libero: Vantaggi e Falsi Miti

Questa tipologia di attività fisica ha il grandissimo pregio di migliorare notevolmente l’equilibrio di base del soggetto e il senso di controllo del proprio corpo, tramite movimenti che prevedono appoggi più o meno instabili con esecuzioni statiche o dinamiche. Attività utilissime agli atleti ma non solo, adatte anche e soprattutto ai soggetti più anziani e più a rischio di cadute e infortuni gravi.

Adatto a tutti

Un beneficio enorme di questo allenamento è la straordinaria adattabilità a seconda dell’individuo e delle sue caratteristiche. In base alle esigenze ed alle peculiarità di ognuno infatti, può essere svolto indifferentemente da bambini, atleti, persone anziane, donne incinta o magari individui in sovrappeso.

Pratico, breve e veloce

Non richiedendo l’utilizzo di particolari attrezzature o macchinari, questo allenamento ha il grosso vantaggio di poter essere praticato essenzialmente, beh…dove si vuole! Può infatti essere svolto in casa, in palestra, al parco o in spiaggia dando modo di variare e non sentirsi vincolati in alcun modo. Altro notevole pregio riguarda la durata, bastano infatti pochi esercizi e pochi minuti per svolgere un allenamento completo ed efficace qualora il tempo non sia dalla nostra parte, complici anche i ritmi odierni tra impegni e lavoro.

Divertente

Infine, beh…è divertente! Sia ben chiaro ovviamente che questa è la parte più soggettiva, è pur sempre questione di gusti personali, ma senz’altro la grande varietà e dinamicità degli esercizi possibili, unite alla possibilità di praticarlo ovunque si desideri e con chiunque ci faccia piacere farlo dona a questa metodologia grande efficacia del punto di vista degli stimoli e quindi…del divertimento!

Clicca qui per richiedere informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.