fbpx

LA BATTAGLIA CONTRO IL MAL DI SCHIENA

LA BATTAGLIA CONTRO IL MAL DI SCHIENA

Come sconfiggere il tuo nemico in 3 mosse

Mal di schiena

In queste righe affronteremo uno dei problemi più comuni che attanaglia molte persone al giorno d’oggi ovvero il MAL DI SCHIENA!

Per farlo vi racconterò una storia, quella che potrebbe essere la tua storia o di un tuo caro, una volta letta potrai scoprire LE 3 MOSSE PER SCONFIGGERLO!

Una CONSUETA storia quotidiana, magari la tua!

Mal di schiena

Sei sempre stato un ragazzo dinamico: a ballare con gli amici il sabato sera, le partite di calcetto, le corsette con la tua fidanzata.

Il tempo passa e ormai sei uomo, lavori seduto dietro la scrivania di un ufficio e sei diventato marito e padre.

 La tua vita è diventata meno attiva di prima ma non mancano le partite di calcetto con gli amici una volta a settimana e le ore a giocare “al cavalluccio” con il tuo amato figlio.

Tutto scorre tranquillo, finché una mattina, alzandoti dal letto, inizi ad avvertire un piccolo fastidio alla parte bassa della schiena come se avessi uno spillo conficcato proprio in quel punto.

Durante la giornata, mentre sei a lavoro, questo fastidio inizia a diventare un proprio e vero dolore!

La sera, rientrato a casa, sei giustamente stanco, come di consueto, ma in aggiunta alla tua stanchezza questa volta c’è questo maledetto dolore martellante ed incessante, ma, nonostante questo, non rinunci al piacere di due coccole con tua moglie e un po’ di gioco con il tuo figlioletto.

Le giornate scorrono veloci, e il dolore lasciato lì “che tanto passa” ovviamente aumenta di giorno in giorno; restare seduto in ufficio e lavorare in tranquillità è diventato solo un ricordo, così come giocare al cavalluccio con tuo figlio e gli “abbracci volanti” tanto amati da tua moglie.

E le partite di calcetto con gli amici?

Le hai dovute abbandonare già da tempo! il dolore diventava troppo forte a fine partita, quasi da farti zoppicare.

Inoltre rientrare a casa stanco, dolorante e stressato dal fatto di non poter far più molte cose con la tua famiglia ti rende molto nervoso tanto che non sono ormai rari i litigi. Ed è proprio dopo uno di questi litigi con la tua amata moglie, uno di quelli un pochino più accesi, che ti fermi e pensi: “BASTA!!NON PASSERA’ DA SOLO E COSI’ NON POSSO PIU’ CONTINUARE … SEI IL MIO NEMICO NUMERO UNO E DEVO SCONFIGGERTI!!”

Così, deciso a dover combattere e sconfiggere quello che ormai era il tuo più acerrimo nemico, tramite consiglio di un medico decidi di intraprendere una terapia con farmaci antinfiammatori e rilassanti muscolari.

La cosa ha funziono?

CERTO che ha funzionato; Ti senti rinato, a lavoro con il sorriso così come la sera a casa mentre giochi con tuo figlio, per non parlare della partitella, “Ti senti di nuovo un leone che fai non la organizzi una?”

Tutto bello, fino a che è durato! Si perché una volta terminati gli effetti dei farmaci, una decina di giorni più o meno, torna tutto come prima e anche peggio, visto che in quei giorni di rinascita ti sei dato da fare.

Sei sicuro di voler passare la tua vita e condividere il quotidiano con i tuoi cari in questa maniera? Sono convinto di NO, quindi continua a leggere …

Passa al contrattacco: LE TRE MOSSE PER SCONFIGGERE IL MAL DI SCHIENA

  1. RIEDUCARE LA POSTURA NEI GESTI QUOTIDIANI

Il primo passo si basa sull’osservarsi o farsi osservare durante il quotidiano da un tuo caro o una persona vicina (potete farlo reciprocamente) durante le azioni che compiamo nel quotidiano per capire in quale circostanza assumiamo, quasi sempre inconsciamente, degli atteggiamenti dannosi per la nostra salute.

Esempio pratico di atteggiamenti dannosi:

  1. Guardare la Tv seduti sulla sedia o sul divano con la posizione della schiena curvata in avanti. (stessa cosa vale per chi lavora al pc);
  2. Guardare il cellulare con il collo pronunciato in avanti verso il basso;
  3. Raccogliere o sollevare qualcosa da terra piegando il busto e la schiena verso il basso.
Mal di schiena

Una volta individuati questi atteggiamenti sarà più facile per te riconoscerli in maniera autonoma e consapevole grazie all’attenzione selettiva, ovvero il tuo cervello una volta focalizzato il problema si concentrerà sul farti vedere le cose che prima scartava perché reputate non d’interesse.

A questo punto sarà facile sostituirli con atteggiamenti adeguati che costituiranno la base per questo processo di eliminazione del “tuo nemico” che ti aiuterà a non far aumentare le rigidità muscolari e i blocchi articolari in maniera tale da rendere più efficaci i passaggi successivi.

Esempio pratico di atteggiamenti corretti:

  1. Guardare la Tv seduti sul divano o sulla sedia mettendo un piccolo asciugamano arrotolato o un cuscino dietro la zona lombare (parte finale della schiena) in maniera da riuscire a mantenere la schiena eretta e non curva in avanti;
  2. Guardare il cellulare tenendolo altezza del viso in maniera da riuscire a tenere il collo non curvo in basso e il mento più vicino alla gola;
  3. Raccogliere o sollevare un oggetto pensando di raggiungerlo piegando per prima cosa le gambe in maniera tale da usare queste piuttosto che forzare la schiena in posizione scorretta.
  • RIDUZIONE DELLE RIGIDITA’ MUSCOLARI E DEI BLOCCHI ARTICOLARI

Mentre rieduchi il corpo ad assumere gli atteggiamenti giusti, la seconda mossa da iniziare a fare sarà eliminare tutte quelle rigidità muscolari che creano compressioni dannose alla colonna vertebrale e blocchi articolari che modificano in maniera dannosa il movimento naturale delle articolazioni generando dolori nelle articolazioni sovrastanti o sottostanti; ad esempio una caviglia bloccata provocherà dolore al ginocchio oppure le vertebre toraciche bloccate provocheranno tensione e dolore a spalla o collo. Molti di questi blocchi articolari sono provocati proprio dagli atteggiamenti errati che abbiamo assunto fino a quel momento.

Per eliminare le rigidità muscolare ti suggerisco di fare degli esercizi utilizzando il “Rullo auto massaggiante” chiamato Foam Roller uniti a degli esercizi di stretching soprattutto delle zone interessate.

Mal di schiena
Foam Roller

Questi sono due metodi sono entrambi utili per rendere un muscolo più flessibile ed elastico, tra l’altro l’unione di questi due amplificherà il risultato finale.

Per quanto riguarda le articolazioni bloccate invece eseguiremo gli esercizi di Mobilità Articolare, i quali favoriranno il recupero e il miglioramento del movimento naturale appunto delle articolazioni che andremo a trattare.

  • RINFORZO DEI MUSCOLI DEL NUCLEO DEL NOSTRO CORPO

La terza e ultima mossa utile per sconfiggere il tuo nemico, fondamentale per rendere il percorso completo, è il rinforzo di tutti quei muscoli che ci supportano durante qualsiasi sforzo rendendo il movimento efficace, ovvero quei muscoli che fanno parte del nostro nucleo cioè del così detto CORE.

Mal di schiena
Plank : ottimo esercizio per rinforzare il CORE

È molto importante, come già accennato, che questi muscoli sino forti perché creano una sorta di busto avvolgente naturale che renderà la schiena nella zona lombare stabile e resistente.

Questo cosa significa?

Significa che tutti quegli sforzi che andrai a compiere nell’arco della tua giornata, cosi come tutte quelle posizioni che sovraccaricano la schiena saranno “assorbite” dalla muscolatura e non andranno a scaricarsi sulla colonna vertebrale evitando così il maledetto mal di schiena.

Sarà quindi molto importante eseguire gli esercizi che stimolano in maniera efficace e funzionale questi muscoli.

 CONCLUDENDO

Mal di schiena

Questa strategia d’azione è composta da metodiche allenanti scientificamente studiate e che hanno trovato ottimi riscontri con l’applicazione sul campo tanto da essere usate non solo da persone normali e sportive ma anche da atleti d’élite.

Seguendo queste tre mosse sarete in grado di risolvere il problema del MAL DI SCHIENA attaccandolo a 360°, in maniera tale da darti da possibilità di riprenderti in mano la tua vita e permetterti di viverla al meglio!

Clicca qui per richiedere informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.